PIETRA NATURALE BIANCO E APUANE

Una linea di rivestimenti in pietra naturale, un tocco di eleganza per ambienti esterni ed interni.

A line of natural stone, a touch of elegance for indoor and outdoor environments.

per tutto il mese di FEBBRAIO in promozione, fino ad esaurimento scorte.

FOCUS : CON L’UMIDITA’ DI RISALITA POSSO RIVESTIRE UN MURO IN PIETRA?

L’umidità in casa è un problema fastidioso che tutti noi conosciamo: crea seri danni ai muri e all’edificio nel suo complesso, spesso con risultanze antiestetiche conosciute come “muffe”. Quando sale lungo il muro trascina con se i sali idrosolubili che son presenti sia nel terreno che nei materiali da costruzione causa così quelle antiestetiche fioriture dei muri umidi, dovute alla cristallizzazione degli stessi sali quando l’acqua evapora, con il conseguente distacco dell’intonaco.

 
IN CHE MODI SI PRESENTA

• Di risalita, è tipica delle pareti nelle stanze posizionate al pian terreno. Questo fenomeno è dovuto alla risalita dell’acqua nelle micro-crepe degli intonaci tradizionali: i sali contenuti nell’acqua tendono ad uscire dalla parete e creano delle efflorescenze che causano macchie biancastre e le screpolature delle pareti con il distacco dell’intonaco.
• Di spinta negativa: è un fenomeno presente nelle cantine o nelle stanze poste nei piani semi-interrati o interrati. L’acqua presente nel terreno circostante, spesso dovuta a falde acquifere alte, esercita una spinta sulle pareti causandone il deterioramento.

 
UMIDITA’ NEI MURI, COSA NON FARE ?

Molti fanno l’errore di impermeabilizzare i muri interni esposti all’umidità, utilizzando intonaci o pitture impermeabili: in questo modo si favorisce il ristagno dell’umidità nel muro, rendendo più difficile il processo di evaporazione dell’acqua e di asciugatura del muro stesso.
Altra cosa da non fare è quella di piastrellare i muri fino al soffitto, perché in questo modo si impedisce al muro di “respirare” assorbendo e rilasciando umidità. Soprattutto nel bagno e in cucina è bene piastrellare il meno possibile, ma soltanto dove serve per proteggere il muro dagli spruzzi di acqua e della cottura.

 
UMIDITA’ NEI MURI, COSA FARE?

L’unica soluzione valida per prevenire l’umidità proveniente dal terreno è quella di rivestire il muro esterno a contatto con il terreno stesso, utilizzando materiali impermeabili costituiti da intonaci impermeabilizzanti, plastiche, fogli di alluminio o da pellicole, membrane o vernici bituminose.
Tuttavia va evidenziato che l’impiego di materiali impermeabilizzanti deve essere fatto con criterio, limitandolo là dove è strettamente necessario, perché il materiale impermeabilizzante impedisce all’acqua di entrare, ma impedisce anche di uscire, diminuendo così il naturale scambio di umidità tra ambiente esterno ed ambiente interno, unitamente alla traspirazione dei muri stessi.

 
RIVESTIMENTI INTERNI 

Chi ha necessità di intonacare o trattare il muro grezzo, potrà impiegare degli intonaci traspiranti come l’Intonaco Biocalce della Kerakoll, traspirante dall’ottima resa.
Per migliorare l’efficienza energetica della propria casa, in concomitanza con gli interventi anti-umidità è possibile eseguire dei trattamenti sui muri umidi e freddi al fine di isolarli. Aggiungendo infine un rivestimento in pietra, sia essa naturale o ricomposta, possibilmente con fuga, si andrà nel contempo a migliorare il risultato estetico, aumentando la traspirabilità del muro stesso: la pietra fungerà da radiatore, assorbendo l’umidità e restituendola all’ambiente prima che arrivi al muro.

Giulia

Progettazione, consulenza, arredo, F.lli Burelli

Via Udine, 134, 33034 Fagagna UD, Italia

0432 800727

flli-burelli-logo-520x190

Iscrizione alla Newsletter dei F.lli Burelli MECSTORE

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro team.

Grazie, la tua richiesta di iscrizione ha avuto successo!

Pin It on Pinterest